Advanced cybersecurity

Il Framework ECSF, ENISA descrive i profili della cybersecurity

Il Framework ECSF, ENISA descrive i profili della cybersecurity

Mentre il Governo italiano stanzia 420 milioni di euro in due Fondi dal 2023 al 2025, a supporto della Strategia Nazionale di Cybersicurezza presentata a maggio (punta al raggiungimento di 82 misure entro il 2026), c’è un’emergenza su cui lavorare: poter contare su un insieme di professionisti per realizzare queste misure, per arrivare ad avere una capacità di risposta efficace ad attacchi cyber sempre più evoluti e numerosi.

Read More

Il futuro della Cybersecurity nelle discussioni del Summit di Roma

Il futuro della Cybersecurity nelle discussioni del Summit di Roma

In un panorama digitale in rapidissima trasformazione, è importante mantenere un’elevata attenzione ai temi della sicurezza ed essere in grado di rispondere alle sfide di Oggi pensando a quelle di Domani. Nel pomeriggio del Cybersecurity Summit 2022, lo scorso 18 ottobre a Roma, sono stati trattati i diversi aspetti legati al ridisegno dell’architettura di sicurezza nei settori delle infrastrutture critiche nazionali, alla luce di una Trasformazione Digitale accelerata dalla pandemia e dalla crisi internazionale (QUI invece i temi della mattinata).

Read More

Enisa: gli incidenti Ransomware noti sono solo la punta dell’iceberg

Enisa: gli incidenti Ransomware noti sono solo la punta dell’iceberg

Il Ransomware, una delle minacce più gravi alla sicurezza di sistemi e dati, è cresciuto moltissimo negli ultimi anni. Secondo il report pubblicato a luglio dall’Agenzia dell’Unione europea per la cibersicurezza (ENISA), “Enisa Threat Landscape for Ransomware Attacks”, specifico sul panorama degli attacchi ransomware, gli incidenti di cui abbiamo conoscenza oggi sono solo la punta dell’iceberg di un fenomeno molto più grave, che richiederebbe meccanismi di segnalazione più efficaci e diffusi in tutta l’UE.

Read More

Il percorso verso Zero Trust delle aziende italiane

Il percorso verso Zero Trust delle aziende italiane

L’interesse per i principi Zero Trust (ZT in seguito) è costantemente cresciuto negli ultimi anni e ora si comincia a vederne l’effettiva applicazione. Secondo la “Zero Trust 2022 Survey” di The Innovation Group, condotta a giugno 2022 su un campione di 40 imprese italiane di grandi dimensioni (composto per l’80% da aziende con oltre 500 addetti), le aziende sono oggi in una fase di implementazione iniziale (46% delle risposte) o parziale (37% delle risposte) del modello, con un percorso di adozione che avverrà inevitabilmente per step successivi.

Read More

Managed Security, cambia il go-to-market delle società IT

Managed Security, cambia il go-to-market delle società IT

Il mercato dei servizi di sicurezza gestita è in grande crescita anche in Italia. Come possono le società di servizi IT italiane far propria l’opportunità dei Managed Security Services (MSS) e proporsi come Partner di sicurezza gestita alle aziende italiane? ne parliamo in questa intervista con Andrea Castellano, Leader Regional Sales Security di Cisco Italia.

Read More

Managed Security, vantaggi e punti di attenzione

Managed Security, vantaggi e punti di attenzione

I fornitori di servizi gestiti di sicurezza, o Managed Security Services (MSS) provider, hanno sempre ricevuto grande attenzione nel mercato per le numerose opportunità che offrono alle aziende. Come mostra la slide successiva (tratta dalla survey annuale di The Innovation Group, “Cyber Risk Management 2022”), il ricorso a società esterne specializzate nella cybersecurity risponde a una richiesta diffusa di skill specifici, oltre che dalla possibilità di dotarsi di monitoraggio delle infrastrutture 24×7.

Read More

Come implementare un’architettura Zero Trust

Come implementare un’architettura Zero Trust

Il National Cybersecurity Center of Excellence (NCCoE) del NIST ha pubblicato a inizio giugno una bozza preliminare di un documento che spiega come implementare architetture Zero Trust. La guida (“Implementing a Zero Trust Architecture”) riporta in sintesi come il NCCoE e i suoi collaboratori pensano si possa costruire implementazioni interoperanti e basate su standard aperti per ZTA, in linea con i principi pubblicati in precedenza nel documento NIST Special Publication (SP) 800-207, Zero Trust Architecture. La guida del NIST è pubblica anche per raccogliere commenti, e sarà costantemente aggiornata nel tempo.

Read More