SOC

Il valore della Discovery nel contenere gli attacchi cyber

Il valore della Discovery nel contenere gli attacchi cyber

Le statistiche ci dicono che il tempo medio di discovery di una violazione di dati aziendali era di 201 giorni nel 2016 e nel 2017 è migliorato di poco: 197 giorni. Questo significa che le organizzazioni impiegano in media 6 mesi per accorgersi di una fuga di informazioni dai propri sistemi. Una maggiore rapidità nell’identificare il data breach permettere invece sia di contenere l’incidente sia di ridurre i danni. Oggi l’obiettivo di una soluzione di discovery è quello di portare idealmente a qualche ora il tempo di rilevazione di questi fenomeni: come realizzarla è oggetto di questa intervista con Matteo Herin, RSO di Leroy Merlin.

Read More

Ripensare il disegno della resilienza per i servizi critici

Ripensare il disegno della resilienza per i servizi critici

La trasformazione digitale comporta un ripensamento del modello architetturale e uno spostamento di ambienti verso datacenter esterni e cloud: il cambiamento porta però in evidenza nuove criticità sul fronte della sicurezza, che vanno affrontate e risolte tenendo conto di un contesto nuovo e di requisiti diversi. Ne parliamo in questa intervista con Angelo D’Andrea, Responsabile ICT Architecture, Security e Systems Management di SEA.

Read More

Quale percorso per mettere in sicurezza il nuovo Datacenter

Quale percorso per mettere in sicurezza il nuovo Datacenter

Oggi le infrastrutture sono soggette a una veloce trasformazione verso ambienti software-defined, ibridi, cloud, convergenti: la sicurezza ha però un ruolo fondamentale nell’assicurare la sostenibilità nel tempo e abilitare una trasformazione che preservi l’affidabilità dei workload e protegga i dati critici dell’organizzazione. Quali sono le principali criticità da considerare e i punti di attenzione per i Security Manager che abilitano la trasformazione in chiave digitale del business? Ne parliamo in questa intervista con NICLA DIOMEDE, Responsabile della Sicurezza ICT dell’Università degli Studi di Milano.

Read More

Lo stato dell’arte delle investigazioni digitali e della Cyber threat intelligence

Lo stato dell’arte delle investigazioni digitali e della Cyber threat intelligence

Le attività di Cyberspionaggio preoccupano, come conseguenza dei fatti recenti riportati dalla cronaca dei giornali, e le aziende italiane ripensano la propria capacità di difesa e intelligence: ne abbiamo parlato con Gerardo Costabile, Esperto di Cybersecurity, Intelligence e Digital forensics, Professore di Sicurezza Aziendale all’Università Telematica San Raffaele di Roma, Presidente IISFA (International Information Systems Forensics Association).

Read More

Dall’Ethical hacking alla Digital forensics, la crescita dell’italiana Yarix

Dall’Ethical hacking alla Digital forensics, la crescita dell’italiana Yarix

Intervista a Mirko Gatto, CEO e Fondatore di Yarix

In un momento in cui si ragiona molto sulla scarsa capacità del sistema Italia di far fronte a possibili, forse inevitabili, eventi cyber, diventa molto importante mettere in evidenza anche le eccellenze, che pure ci sono nel nostro Paese. Una di queste è la Yarix, società nata 16 anni fa a Montebelluna (Treviso) con una missione molto precisa, centrata fin dall’inizio sui temi della sicurezza informatica.

Read More

Come deve evolvere una corretta gestione del rischio cyber

Come deve evolvere una corretta gestione del rischio cyber

Fino ad oggi alle figure tecniche era demandata la protezione di tutti i sistemi ICT: oggi invece è importante focalizzarsi sui dati e sui processi critici per il business, puntando a investire di più in questa direzione. E’ tuttora difficile collegare questa problematica al business, e spesso i decisori la vedono come un freno all’innovazione, non tanto come un aspetto abilitante e fondamentale. Abbiamo affrontato l’argomento con Fabio Bucciarelli, IT Security Manager presso Regione Emilia Romagna.

Read More

Evoluzione dei SOC e dei CERT per una risposta efficace alle crisi cyber

Evoluzione dei SOC e dei CERT per una risposta efficace alle crisi cyber

Intervista a Giampiero Nanni – Responsabile Government Affairs in Symantec EMEA.

La security intelligence, gestita tramite security operation center (SOC) interno oppure esterno all’organizzazione, è riconosciuta sempre più come un elemento centrale nel disegno della strategia di sicurezza. Sapere dove risiedono e come evolvono i rischi è un elemento centrale del controllo. Di evoluzione dei servizi di SOC e CERT abbiamo parlato con Giampiero Nanni, Responsabile Government Affairs in Symantec EMEA.

Read More