Data Breach

Multa record a British Airways, quali le conseguenze?

Multa record a British Airways, quali le conseguenze?

Una multa record pari a 183 milioni di sterline (204 milioni di euro) è stata indicata a British Airways dall’ICO, Information Commissioner’s Office, ossia il garante della privacy britannico. Si tratta della sanzione più alta proposta ad oggi dall’ICO, ed è proprio il caso di dire che è conseguenza di un nuovo trend iniziato nel 2018 con l’entrata in vigore del GDPR. La notizia è quindi allarmante per tutte le aziende, non solo per BA, che aveva subito un data breach abbastanza limitato per numero di clienti impattati (380mila), seppure importante per la tipologia di informazioni sottratte, come mostra la figura successiva (dove il caso di British Airways quasi scompare in uno scenario dominato da perdite di dati per centinaia di milioni di clienti).

Read More

Facebook Libra, timori per la privacy e non solo

Facebook Libra, timori per la privacy e non solo

Il progetto di Facebook per Libra di cui si parla molto in questi giorni, una cripto valuta con cui nascerà un’infrastruttura finanziaria globale completamente digitalizzata e distribuita, in grado di raggiungere miliardi di persone in tutto il mondo a cui fornire una moneta stabile, semplice da usare per inviare e ricevere denaro, esente da commissioni, disponibile su smartphone per fare acquisti online, sembra pensato per un successo planetario.

Read More

Cybersecurity, ancora tanti problemi: cosa ci porta il 2019?

Cybersecurity, ancora tanti problemi: cosa ci porta il 2019?

L’anno che si è concluso ha dimostrato ancora una volta come Nazioni, Città, singole Aziende o individui, siamo oggi tutti molto esposti ai rischi collegati alla scarsa sicurezza del mondo digitale in cui viviamo. A livello di singoli Stati, il tema che oggi preoccupa di più è la possibilità che un attacco cyber si possa trasformare in un’emergenza nazionale. Basti guardare a quanto successo di recente negli USA. A inizio dicembre, come ha riportato il sito ZDnet, una campagna massiva di spam, che minacciava estorsioni in denaro e deflagrazione di bombe nel caso non si pagasse, ha generato panico, spaventando moltissime persone, e costretto la polizia a intervenire, evacuando scuole, università, sedi di enti pubblici e aziende private.

Read More

Ransomware al primo posto nel Report DBIR 2018

Ransomware al primo posto nel Report DBIR 2018

Scalando via via la classifica del Data Breach Investigations Report (DBIR) di Verizon, analisi arrivata quest’anno all’undicesima edizione, il Ransomware sale nel 2018 al primo posto come tipologia di malware più diffusa. Con una progressione rapidissima: era al 22mo posto tra le minacce cyber elencate dal DBIR nel 2014, al quinto posto nel 2017.

Read More

Non finiscono le cattive notizie per Equifax

Non finiscono le cattive notizie per Equifax

Se qualcuno negli USA poteva ancora sperare che i propri dati personali e finanziari fossero ben custoditi, ora avrà invece la certezza che sono stati rubati: il sistema è da troppo tempo preso di mira dagli hacker! Per Equifax, che a inizio settembre aveva dichiarato un data breach di dimensioni colossali – il furto di dati personali come nomi, date di nascita, indirizzi e Social Security Number per 143 milioni di persone negli USA, oltre che per 100.000 canadesi e 400.000 inglesi – l’impatto dell’incidente informatico sembra diventare ogni giorno più disastroso.

Read More

Phishing: come mettere in sicurezza le persone?

Phishing: come mettere in sicurezza le persone?

Oggi il fattore umano è la principale vulnerabilità di un piano di cyber risk management. Gli attaccanti utilizzano sempre più spesso tecniche di social engineering e mail di phishing per guadagnarsi un primo accesso ai sistemi aziendali. Il phishing è sempre più sofisticato e quindi in grado di raggirare molte persone, ed è oggi utilizzato per sottrarre credenziali e quindi poter accedere a sistemi e dati, oltre che come veicolo per infiltrare malware, se ad esempio l’utente scarica un allegato o clicca su un sito web infetto. Secondo il Data Breach Investigations Report di Verizon, il phishing è in forte crescita: era compreso nel 21% degli attacchi analizzati per il 2016, rispetto all’8% dell’anno precedente.

Read More